Archivio Completo COMUNICATI STAMPA

DEF, M5S: TASSARE I COLOSSI DEL WEB IN BASE AL VOLUME DEI DATI

Roma, 30 aprile. “Nel Def è scritto che i principi generali della strategia di rientro del rapporto debito/Pil saranno tra le altre cose, la riforma del sistema fiscale, improntata alla semplificazione, all’equità e alla tutela ambientale. A questo proposito non si può non tenere più conto della profonda iniquità dell’attuale assetto fiscale che colpisce duramente i contribuenti ordinari, le piccole e medie imprese e concede trattamenti fiscali di estremo favore alle aziende multinazionali del web. Le più importanti società web, anche in queste ultime settimane di emergenza sanitaria, a causa della limitazione degli spostamenti e della chiusura di tante attività economiche e commerciali, hanno visto incrementare ancora di più i propri utenti e clienti. Già in commissione finanze, nell’esame del Def, il MoVimento 5 Stelle ha formulato la proposta di adottare misure specifiche per considerare il criterio dei volumi di dati trasferiti all’estero alle imprese digitali quale indicatore di fatturato per l’applicazione dell’imposta, superando, dunque, tanto il criterio della transazione economica veicolata dalla piattaforma, quanto quello degli introiti da pubblicità”. Lo comunicano in una nota i senatori M5S Emiliano Fenu, capogruppo pentastellato in Commissione Finanze del Senato, e Maria Laura Mantovani, segretaria della Commissione affari costituzionali.

Qui l’intervento del senatore Emiliano Fenu sul tema